Frolla con olio

Stasera dentro la mia cucina si respira odore di cose di una volta, profumi che riportano all’infanzia, quando le nostre nonne preparavano per merenda le crostate ed i biscotti fatti in casa. Una volta si usavano molto prodotti di base grassi come burro perchè la cucina era molto più povera e permettersi ingredienti costosi come l’olio era un lusso.Ora viviamo nella società del benessere, oltre ad avere più possibilità economica, il mercato alimentare ci offre diversi prodotti ed è innegabile che prestiamo molta più attenzione a ciò che mangiamo per via di una cultura dell’alimentazione e del “bellessere” che va via via sempre più diffondendosi. Bisogna dire che oltre all’aspetto fisico dobbiamo curare la nostra dieta per avere uno stile di vita corretto che possa aiutarci a prevenire patologie in larga diffusione in quest’era dell’abbondanza.
Allora mangiamo cose che ci danno gusto, ma facciamolo cucinando con testa.
Oggi ho voglia di crostata alla marmellata di mirtillo e biscotti con gocce di cioccolata e allora dai rimbocchiamoci le maniche e prepariamo una frolla croccante e profumata con olio evo.

INGREDIENTI:
600g FARINA 00
200g ZUCCHERO DI CANNA
150 ml DI OLIO EVO
4 UOVA
UN CUCCHIAINO DA CAFFè DI LIEVITO
UN PIZZICO DI SALE
MARMELLATA A PIACERE
GOCCE DI CIOCCOLATO

Occorrono 3 bastardelle( ciotole in acciaio preferibilmente)di cui una deve essere grande.

– prima bastardella( la più grande) mettiamo la farina con il cucchiaino di lievito
– seconda bastardella mettiamo i tuorli delle 4 uova insieme allo zucchero di canna ( preferibile al normale zucchero raffinato perchè avendo i cristalli più grandi conferisce ai biscotti una croncantezza speciale al palato)giriamo bene con un cucchiaio da minestra e nel mentre versiamo piano piano l’olio ( non utilizzatelo tutto vi servirà dopo).
– terza bastardella mettiamo gli albumi che andremo a sbattere energicamente con pizzico di sale fino.
A questo punto possiamo unire il composto della seconda bastardella alla prima e giriamo cercando di amalgamare bene, poi versiamo gli albumi sbattuti al resto e continuiamo ad impastare. Se l’impasto vi sembra troppo farinoso aggiungete la parte di olio che avete conservato.
Mettete un pò di farina su una superficie della cucina dove potete continuare ad impastare usando le mani. Un consiglio infarinate anche le mani prima di meggiare l’impasto perchè avendo usato l’olio la lavorazione della frolla è un pò più difficile.
Quando siete soddisfatti dell’elasticità del vostro panetto, dividetelo in due parti.
Una la useremo per la crostata (imburrate una teglia media e rotonda e mettete la pallina di frolla al centro e con le mani spandetela fino ai bordi della teglia e spalmateci sopra la marmellata) e l’altra per fare degli ovali di dimensioni medio piccoli sui quali metteremo poi le goccie di cioccolato ( ricordatevi anche qui di imburrare una teglia da forno media).

Ora inforniamo tutto a 200°C X circa 30 minuti

.1448044093024

 

1448044125405

 

 

 

Fatemi sapere che ne pensate a me piacciono da morire!

Annunci

La Pasta e Fagioli

image

Per iniziare vi voglio parlare brevemente di questo prodotto nutrizionalmente completo. I fagioli sono legumi e come tali hanno un ottimo apporto di carboidrati, proteine, sali minerali, vitamine(sopratutto del gruppo B), elettroliti(potassio, calcio, fosforo) e sopratutto contengono la Lecitina un fosfolipide che favorendo l’emulsione dei grassi  ne limita l’accumulo nel sangue favorendo la riduzione  dei livelli di colesterolo nel nostro organismo. La buccia che li riveste è ricca di fibra, che come tutti sappiamo ,è fondamentale per il nostro benessere intestinale. 


Ricordatevi che i Fagioli Borlotti se acquistati secchi (confezione da 300g) vanno reidratati e devono stare in acqua per almeno 8 ore.

Per ottimizzare i tempi necessari alla realizzazione di questo piatto, circa 2h , iniziamo con la cottura dei Fagioli stessi.               Buttare l’acqua usata per l’ammollo dei legumi, sciacquarli e metterli in una padella contenente acqua fredda  e aggiungere qualche foglia di salvia fresca per aromatizzare, non salare. Far cuocere per circa 1h a fuoco medio, il borbottio proveniente deve essere sempre uguale.
Nel frattempo prepariamo, tagliando in dadini piccolissimi(bromuase), sedano, carota,cipolla, prosciutto cotto (oppure speck o pancetta ) facciamo rosolare in olio extravergine aggiungendo uno spicchio di aglio in camicia.
Laviamo una decina di pomodorini (i pachino in questo periodo sono dolcissimi) e li passiamo al mixer ottenendo una passata di pomodoro. Aggiungiamo il pomodoro alla bromuase, saliamo il tutto e insaporiamo la salsa per 10 min.
Trascorsa l’ora per la cottura dei borlotti li assaggiamo e se sono abbastanza teneri, con l’aiuto di una schiumarola ,ne prendiamo la metà circa e li frulliamo, avvalendoci di un po’ di acqua di cottura , insieme alle foglie di salvia.
A questo punto uniamo, la salsa di pomodoro ( ricordate di togliere l’aglio in camicia) e il passato di fagioli nella padella coi borlotti, saliamo q.b. e completiamo la cottura per circa una mezz’ora.
È il momento di preparare la pasta. Misuriamo 100 ml di acqua e li mettiamo in una bastardella di acciaio ed uniamo 200 g di farina di grano duro. Questa dose è per 3 persone.
Stendiamo il nostro impasto, che al tatto risulta morbido e non umido, con un mattarello, fino ad ottenere lo spessore che più ci piace ( personalmente preferisco la pasta un po’ più spessa).
Con una rotella taglia pasta facciamo tutte strisce lunghe orizzontali e poi tutte strisce verticali fino ad ottenere dei rettangoli: i famosi maltagliati, che metteremo in un piatto precedentemente infarinato.
image

Ora possiamo cuocere i nostri maltagliati direttamente nella pentola dei fagioli per circa 5 minuti.
Lasciamo riposare la nostra Pasta e Fagioli e poi impiattiamo.
image

Buon appetito!

Lasagne al ragù 

Che c’è di meglio di una buona lasagna per un pranzo in famiglia o con gli amici?Preparare questo piatto della tradizione italiana è facile e anche abbastanza veloce. Fuoco alle pentole si inizia!

Ingredienti: 

500 g di carne macinata 

1 bottiglia di passata di pomodoro da 750g

Pasta secca per lasagna

Mozzarella 

Parmigiano 

Latte 

Porro 

Sale q.b.

Olio e.v.o.

Iniziamo, preparando il ragù; in una padella media con bordo alto versiamo un filo di olio evo e mettiamo mezzo porro tagliato a pezzettini, facciamo soffriggere e uniamo il macinato.

Durante la cottura lavoriamo con un forchetta così che non rimangano pezzettoni di carne. Non salare il macinato altrimenti si indurisce.

A questo punto di cottura aggiungiamo la passata di pomodoro, saliamo.

Facciamo insaporire il sugo che deve bollire a fuoco basso per circa 20 min.non fatelo ritirare troppo. Completerà la cottura in forno. 

Intanto, tagliamo a pezzetti la nostra mozzarella (grande o 2 medie) 

Lavoriamola con le mani fino ad ottenere delle briciole.

Ora iniziamo a preparare la lasagna. Usiamo una pirofila da forno media ( x 4 persone). Con un mestolo mettiamo ragù, latte, mozzarella, parmigiano e il primo strato di pasta. Il latte lo uso solo allo strato base e all’ultimo, non usando besciamella , mi aiuta nella cottura della pasta secca. Accendiamo il forno,impostando la temperatura a 180°.

A seconda di come la preferite, fate tanti strati, a noi piace bella alta. 

In forno a 180° x 30/40 minuti in base al forno. Se la volete croccante sopra, gli ultimi 10 min impostate sul forno il programma grill.

Ecco la nostra lasagna pronta per essere impiattata e gustata. Bando alle ciance si mangia! 

Gnocchi di patate al ragù di carne

Mi ricordo che mia nonna, quando la Domenica a pranzo ci riunivamo tutti, preparava gli gnocchi di patate al ragù, sono rimasti uno dei miei ricordi  più appetitosi. Vediamo se prepararli insieme a lei mi è servito….3-2-1 Via!

Per il ragù di carne:

3 hg di macinato di vitellone 

1 passata di pomodoro

Sedano,carota,porro,vino q.b.,olio evo q.b.,sale,una foglia di alloro

Se avete una pentola di coccio media il vostro ragù avrà quel tocco in più,garantito. Sciacquiamo e puliamo il sedano, la carota ed il porro e divisi in 2 pezzi mettiamoli nella pentola insieme al macinato, aggiungiamo un goccio di olio e facciamo insaporire la carne. Sfumiamo con un goccio di vino bianco, quando è evaporato tutto versiamo la passata, saliamo e abbassiamo la fiamma e facciamo cuocere il sugo nella pentola accoperchiata per un’ora, girandolo ogni tanto. Attenzione a non farlo attaccare, deve bollire piano piano. 

Per gli gnocchi:

1 kg di patate 

200 g di farina 00 (potrebbe servire di più in base alla qualità delle patate usate)

Lavate le patate con tutta la buccia e mettiamole in una pila alta a bollire per circa 1 ora. Fatto questo le facciamo raffreddare per poi pelarle. Ora si schiacciano con lo schiacciapatate. Prepariamo una spianatoia di legno (si presta benissimo anche il tavolo da cucina) con la farina disposta a fontana.Uniamo le patate schiacciate ed iniziamo ad amalgamare. Quando l’impasto risulterà morbido, elastico e Non appiccicoso facciamo tante strisce lunghe con le mani e tagliamole con un coltello infarinato facendo pezzetti da 2 cm. 

Facciamo bollire abbondante acqua e saliamo q.b. e cuociamo i nostri gnocchi. Come saprete, quando vengono a galla sono cotti. Aggiungiamo il ragù, parmigiano, la foglia di alloro x guarnire il piatto e buon pranzo della Domenica a tutti voi!!!!

Brioche allo yogurt

Facciamo colazione o merenda con una brioche morbida e leggera? Allora allacciate i grembiuli si comincia.

Ingredienti: 

300g farina 00

50ml di latte scremato ( anche intero o parzialmente scremato)

50g di zucchero di canna 

30ml di olio di semi 

1 vasetto di yogurt 0,1% 

125g (mezzo panetto) di lievito disidratato 

Zucchero a velo q.b.

Sale un pizzico 

Intiepidiamo il latte, sbricioliamo dentro il lievito e aggiungiamo lo zucchero, mescoliamo. In una ciotola versiamo yogurt, olio, latte (che abbiamo preparato con zucchero e lievito), giriamo con un cucchiaio da cucina, mentre iniziamo ad unire la farina. Quando inizia a solidificarsi il tutto, impastiamo con le mani e aggiungiamo un pizzico di sale. Continuiamo energicamente fino ad ottenere un panetto elastico, ma non appiccicoso. 

Copriamo con un canovaccio e visto che fa freddino mettiamo a lievitare per 1 h vicino ( non sopra e non attaccato) ad un calorifero. 

Mettiamo il nostro impasto su un piatto e con un coltello facciamo 12 strisce, che andremo ad allungare con le mani e ad intrecciare.

Foderiamo la leccarda con carta forno e mettiamo le nostre 4 treccine a lievitare coperte, vicino al calorifero per 1 h. 10 minuti prima accendiamo il forno a 180. 


Nel frattempo riscaldiamo un po’ di latte e sciogliamo 2 cucchiaini di zucchero di canna, spennelliamo la superficie delle treccine. Inforniamo x 25 min.

Che buone! 

APFELSTRUDEL


Lo Strudel di mele lo adoro, buonissimo! Ho provato a farlo non usando burro, ne tuorlo dell’uovo devo dire che sono soddisfatta; è durato veramente poco!

Impasto:

1 albume

1 pizzico di sale 

150g di farina 00

2 cucchiai di olio evo

5 cucchiai di acqua tiepida 

Per il ripieno:

3 mele fuji o renette

100g di uvetta

2 fiale di aroma di rum 

200g di zucchero di canna

50g pinoli 

1 cucchiaino di cannella

Marmellata di albicocche q.b.

Mescolano gli ingredienti dell’impasto, fino ad ottenere un panetto morbido ed elastico. Facciamolo riposare ed nel frattempo prepariamo il ripieno. Mettiamo ad ammorbidire l’uvetta col rum in una tazza. Sbucciamo le mele facendone fettine sottili e uniamo in una ciotola grande tutti gli ingredienti.

Tagliamo un pezzo di carta da forno, lungo quanto la leccarda del forno, infariniamolo un pochino (come da seconda foto). Con l’ausilio di un mattarello stendiamo la pasta, cercando di fare un rettangolo, parliamoci sopra  un velo di marmellata di albicocche, che ci aiuterà ad unire il tutto ( al posto del burro). A questo punto, poniamo il ripieno centralmente 


 

Chiudiamo il nostro strudel con cautela e bene ai bordi. In forno a 180° x 30″ .

Ecco il nostro Apfelstrudel pronto per essere mangiato! 

Torta all’acqua

Stasera per un dolce,ma leggero dopo cena,vi propongo una soffice,gustosa,leggera torta.Velocissima da preparare e necessita di pochi ingredienti.

Ingredienti:

300g di farina 00

90ml di olio evo (sapore delicato)

330 ml di acqua tiepida

200g di zucchero (Zefiro se possibile si solubilizza meglio)

1 bustina di lievito x dolci

1arancia biologica 

Versiamo l’acqua tiepida  in una bastardella,sciogliamo il quantitativo di zucchero indicato,fino a completa solubilizzazione.Aggiungiamo l’olio e mescoliamo.Grattuggiamo la buccia di un’arancia biologica e uniamola ai liquidi.Andiamo quindi ad aggiungere la farina setacciata con lievito e mescoliamo fino ad ottenere un impasto semi liquido e privo di grumi.Oliamo una teglia media,versiamo il composto e cuociamo in forno ventilato a 180°x 20 min.Per assicurarci che la cottura sia perfetta aiutamoci con uno stuzzicadenti che andremo ad inserire nel centro del dolce, se esce asciutto la torta è pronta.

Da provare!